Ametista: perchè scegliere un gioiello con questa pietra

L'ametista è una pietra è una pietra molto antica molto usata fina dai tempi di Sumeri ed egizi, indicata come pietra papale perchè nel medioevo si riteneva favorisse il celibato.

Questa pietra fa parte della famiglia dei quarzi macrocristallini (formati da grandi cristalli) insieme al citrino, al quarzo rosa e all’occhio di tigre, ed è quasi sempre naturale.

Una leggenda narra che Ametista fosse una ninfa delle foreste e che il dio Bacco fosse follemente innamorato di lei. La giovane donna, per scappare dall'insistente corte, chiese alla dea della caccia Diana di trasformarla in un cristallo. Bacco adirato le versò una coppa di vino rosso conferendole l'attuale colorazione violacea.

Fino a qualche secolo fa l’ametista era considerata una pietra  molto preziosa ma quando sono stati scoperti grandi giacimenti in Brasile e in altri paesi del mondo il prezzo è sceso notevolmente.

Il criterio che si usa oggi per valutare un’ametista è il suo colore: tanto più è intenso e uniforme, tanto migliore è la qualità della pietra e più alto è il suo prezzo. Per avere una pietra di qualità occorre  inoltr che non ci siano sfumature né marroni né grigie.

L'ametista viene indicata come la pietra di chi è nato a febbraio, quindi potrebbe essere un'ottima idea ragalo per i nati in questo mese, inoltre fin dall'antichità è ritenuta la pietra dell'equilibrio: si dice che aiuti alla chiarezza di pensiero e Leonardo da Vinci scrisse addiruittura che arcuisca l'intelligenza!

 

<< Indietro